• Vi invitiamo a prendere visione del Regolamento del Mercatino e delle note recentemente aggiunte - http://www.esigarettaportal.it/forum/vendo-mercatino/339-regolamento-mercatino.html
  • Nicotina: conoscerne i pericoli per utilizzarla in sicurezza - leggi qui: http://www.esigarettaportal.it/forum/eliquidi-mix-e-ricette/28164-nicotina-conoscerne-i-pericoli-per-utilizzarla-in-sicurezza.html - in evidenza nella sezione "Eliquidi Mix e Ricette"

Regolamento condominiale

Sissi

New member
Buongiorno a tutti sono una vecchia frequentatrice di questo forum, che mi è stato di grande supporto morale quando ho iniziato a scappare ormai credo 7/8 anni fa. Ora avrei un quesito per i più informati a livello legale. Io abito in un residence con piscina condominiale. Nell'area solarium da regolamento condominiale è vietato fumare e all'ingresso c'è un bel cartello con il divieto. Ora sto litigando con bagnina ed amministratrice che sostengono che non posso neanche svapare perché in qualche modo sto comunque fumando. Ho già ribattuto che lo svapo non è equiparabile al fumo di tabacco e che al limite dovrebbero aggiungere questo divieto modificando il regolamento condominiale ma non c'è verso di farglielo capire. Per loro non si può e basta. Avete consigli o suggerimenti?

- - - Updated - - -

Ovviamente non era "scappare" ma "svapare" 🤦😅
 
Non saprei risponderti dal punto di vista legale.
Posso peró dirti che con mia moglie ho avuto molti più problemi con il vapore rispetto a quando fumavo.
In casa lo facevo solo alla finestra... con le puzzolentissime bionde tutto ok... con il vapore... con un buon numero di aromi, ha fastidi. In linea di massima con i tabacchi (non arimatizzati) non ha problemi ma le dà fastidio comunque anche il vapore. Anche all’aperto se uno sbuffo dovesse finire nei suoi paraggi.
Per questo motivo ho incominciato ad utilizzare i miei atom in pubblico esclusivamente in modo discreto e solo nei luoghi dov’è consentito anche fumare.
Non solo... nei luoghi all’aperto (dove non c’è divieto) uso il mio dispositivo solo se nei paraggi (4-5 mt) non c’è nessuno onde evitare che una nuvola di vapore possa finire nei paraggi di qualche altra persona (mi è capitato e mi sono scusato... non credo sia cosa piacevole così come non è piacevole che qualcuno fumi, all’aperto, nelle vicinanze di un non fumatore).
Con il vento potrebbe capitare ed anche in mtl il vapore prodotto potrebbe essere sufficiente ad infastidire il prossimo.
Da fumatore mi rendo conto che ero piuttosto ‘egoista’ e poco attento al prossimo pur rispettando le leggi.
Da vaper ho cercato di ‘evolvermi’ facendo molto più attenzione a chi si trova nei miei paraggi.E la cosa non mi pesa dato che la dipendenza da vapore trovo sia molto più gestibile e meno ‘condizionante’.
 
Lo svapo è regolamentato secondo il volere degli "amministratori" del luogo dove ti trovi. Ad esempio ci sono ristoratori (prima del problema COVID-19) che consentono l'utilizzo della e-cig nei loro locali altri che non lo ammettono. Nel tuo caso, ovviamente, se esiste un regolamento che ne vieta l'utilizzo non ci sta nulla da fare se non cercare, come già stai facendo di farli rinsavire :)

Attualmente con le norme anti COVID è praticamente vietato usare qualsiasi cosa se non nei limiti di sicurezza imposti dalla attuale normativa.
 
Se c'è divieto di fumare,sicuramente sul cartello c'è il nome della persona preposta a far rispettare il divieto,e naturalmente ci sono esposte anche le sanzioni che vengono applicate ai trasgressori.
Io farei in modo di farmi sanzionare per poi contestare la multa davanti al giudice di pace...un rischio che puo servire a fare chiarezza.
:ciao:
 
Di questi tempi sarebbe meglio svapare lontano degli altri. Non escludo che il vapore possa essere un veicolo per l'infezione.
 
Grazie a tutti delle risposte. Ero molto rispettosa da fumatrice, per quanto potevo cercavo sempre di sbuffare il fumo dove non c'era nessuno e lo sono altrettanto da svapatrice. Non faccio nuvoloni da drago e cerco di fare meno vapore possibile, tant'è che in due anni che risiedo lì la bagnina non se n'era mai accorta. L'altro giorno ho avuto un attimo di nervoso per motivi personali e devo aver esagerato facendo notare la nuvoletta. E comunque proprio per le norme covid siamo a metri di distanza gli uni dagli altri, se riuscissi a fare respirare il mio vapore agli altri non staremmo rispettando le giuste distanze. Non so nemmeno, nella mia ignoranza, a cosa andrei incontro non rispettando il regolamento condominiale. Sul cartello non c'è il nome della persona preposta alla sanzione, però c'è la bagnina a vigilare, di questi tempi anche sul rispetto delle norme anti covid-19. Ma il punto è se svapo dove per regolamento è vietato fumare davvero sto infrangendo il regolamento?

- - - Updated - - -

Il fatto è che il regolamento dice vietato fumare, per quanto ne so io se fosse vietato anche lo svapo dovrebbe essere specificato. L'amministratrice invece sostiene che non può essere menzionato ogni mezzo per fumare e mi ha fatto gli esempi di pipa e sigarette, le ho ribattuto che la sigaretta elettronica non rientra tra i vari mezzi per fumare. Ho torto?
 
Secondo me va specificato altrimenti si tratta di aerosol e sono sicuro che se qualcuno decide di farsi il mucolitico a bordo piscina nessuno gli dice niente
 
Ciao Trimegisto!! Mi ricordo di te quando bazzicavo il forum, era sempre un piacere leggerti, che bello vedere che ci sei ancora! Speravo proprio di avere un parere da uno dei veterani. Sono davvero contenta di avere il tuo e ancora di più che coincida col mio! Tu che faresti al mio posto?
 
ci sono passato praticamente nella stessa situazione

fondamentalmente il risultato è stato che finche' non viene corretto il regolamento condominiale con specificato svapo, te dal punto di vista teorico puoi stare ben tranquilla

questo salvo che l'eventuale amministratore non abbia delega per questo genere di cose, ma sarebbe abbastanza anomalo
in ogni caso dovranno appendere i cartelli con il divieto di svapo
 
Grazie mille! In effetti è quello che pensavo anch'io.. e comunque non possono appendere i cartelli senza prima modificare il regolamento condominiale giusto? E per farlo serve una votazione in assemblea con la maggioranza? Scusa ma da quando ho casa li non c'è mai stata una modifica al regolamento quindi non so bene come funzioni..
(Sempre che l'amministratrice non abbia delega come hai detto tu ma devo chiederlo direttamente a lei per saperlo?)
 
che l'amministratrice possa avere questo tipo di delega e abbastanza difficile perche comunque sono decisioni che spettano al condominio
e un po' come il discorso di cani e gatti nel condominio non e che l'amministratore puo decidere di testa sua se si possono tenere o meno
nel tuo caso c'e una piscina di mezzo quindi puo esserci qualche differenza su come sia stato formulato il mandato dell'amministratore ma mi pare improbabile

per farlo si serve una votazione a maggioranza, ma ancora prima serve qualcuno che porti la mozione ai voti

per saperlo ti converebbe consultare il regolamento di condominio che deve essere depositato da qualche parte
in ogni caso finche non mette i cartelli puo' avere tutto il potere decisionale che vuole ma l cosa non diventa attiva
 
Grazie mille. La mozione può essere portata ai voti dall'amministratrice stessa? Oppure potrebbe dire che una condomina ha "creato problemi" (dal suo punto di vista) sulla questione fumo/svapo e chiedere che la cosa venga messa ai voti? O deve essere un condomino a sollevare la questione? Ti ringrazio per la pazienza.. Più che altro mi dà noia che la bagnina mi riprenda davanti a tutti come una scolaretta
 
Indietro
Top